CONCORSO IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE SITO ARCHEOLOGICO DI MONTE PRAMA

2022
Cabras

Committente: Fondazione Monte Prama

Ruolo: Professionista singolo partecipante.

La proposta prevede la realizzazione di un sito museale, concepito per accogliere migliaia di visitatori.  Le opere prevedono il completamento dello scavo archeologico, il sistema di drenaggio naturale, la protezione dei resti storici dagli eventi meteo avversi.

Il museo viene posizionato sull’attuale sedime della strada provinciale, che viene demolita in quanto a ridosso dal sito archeologico.

Il percorso della strada viene traslato di oltre 100 metri ad Est: nello spazio ricavato vengono ubicate le strutture per l’accoglienza: parcheggi (auto/pullman/bici), giardino naturale, sedute, pozza rinfrescante post-visita.

Le zone verificate archeologicamente e definite “sterili” sono destinate ad essere progressivamente naturalizzate, ispirati dall’ecosistema delle origini. Tale azione proteggerà il terreno dall’erosione formando un’Area Dinamica Minima (MDA), luogo dove l’ambiente ricava in autonomia risorse per mantenersi e regolarsi, senza ulteriori opere o spese di manutenzione.

Lo spazio museale è una rimodulazione contemporanea di visioni ancestrali, aperto e privo di infissi, coperto da pergole bioclimatiche motorizzate, progettato per non consumare suolo e offrire un’esperienza sensoriale con le percezioni tipiche di un ambiente nuragico in diverse stagioni: freddo, caldo, umidità, vento, odori acri, aromi, terra, fuoco, acqua, fumi, luci soffuse oscurità.

L’atipica architettura, realizzata con semplici tecniche di ingegneria naturalistica (pietra, terra di scavo archeologico, legno e piante autoctone) senza l’uso di fondazioni e opere in cls armato, intende ricreare ambienti di ispirazione nuragica, integrando strutture, impianti e sistemi ad alta tecnologia; si presta all’allestimento di eventi, mostre digitali permanenti o temporanee, informazioni sullo stato dei lavori di scavo e sulle nuove scoperte.

Le video-installazioni interattive ricostruiscono virtualmente il sito originario com‘era dov’era, con sonorità, immagini, video della più autentica natura sarda, richiami alla cultura millenaria, costumi e tradizioni uniti a frammenti di vita reale contemporanea-nuragica, rivolgendo un’attenzione particolare all’arte della pietra.

Negli ambienti del museo e nell’intorno il microclima è regolato in modo naturale. Nella stagione calda l’ombra delle piante determina il calo delle temperature. Nei casi di eccezionale caldo si può ricorrere alla tecnologia e all’impianto di nebulizzazione (acqua atomizzata), installato con il duplice scopo di offrire refrigerio ai visitatori e mitigare la sofferenza della vegetazione.

Nella breve stagione fredda sono i camini a legna ad alleviare il calo delle temperature e contribuire a creare fra i visitatori un contesto piacevole e conviviale. La legna da ardere può essere ricavata dalla manutenzione del verde, determinando un ciclo ecologico e sostenibile nell’utilizzo delle fonti energetiche.

L’aspetto identitario viene enfatizzato nel punto informazioni, nel negozio – libreria (cartaceo, multimedia) e nel punto di ristoro, fattore fondamentale nella gestione della struttura: gli alimenti e le preparazioni sono esclusivamente derivate e servite in modo conforme all’ancestrale tradizione locale.

L’impianto fotovoltaico, posizionato sopra la copertura del locale cucina, le apparecchiature illuminati e video a led, l’assenza di energivori impianti raffrescamento e riscaldamento di tipo industriale, formano un sistema che garantisce la sostenibilità energetica del complesso.

Progetti RIQUALIFICAZIONE DEL PORTO DI STINTINO AMPLIAMENTO GALLERIA COMUNALE DELL’ARTE CAGLIARI TAPPETO ARENAS FONTE DELLE ORIGINI – COPERTURA AUDITORIUM ADRIANO ROMA RIQUALIFICAZIONE PARCO TANCA MANNA EFFICIENTAMENTO IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA RIQUALIFICAZIONE PIAZZA SANTA CROCE RIQUALIFICAZIONE GIARDINI MARIELE VENTRE PERCORSO NATURALISTICO SA PUNTA E SA CITTADE VALORIZZAZIONE DEL SITO ARCHEOLOGICO DOMUS DI MOLIA NUOVA FONTANA SU MERACULU RIQUALIFICAZIONE AREA ADIACENTE CIMITERO PIAZZA DELLA MEMORIA RIQUALIFICAZIONE URBANA RIQUALIFICAZIONE BORGATA RESTAURO CASA DI RIPOSO RIQUALIFICAZIONE FUNZIONALE CENTRO ANZIANI RIQUALIFICAZIONE FUNZIONALE CAMPO DI ATLETICA RESTAURO DEL MULINO AD ACQUA SCAVO ARCHEOLOGICO E RESTAURO ALLÉE COUVERTE SA COBELCADA RESTAURO TORRE FOGHE RESTAURO NURAGHE NURACALE RESTAURO E SCAVO ARCHEOLOGICO DEL SANTUARIO NURAGICO DI GREMANU PERCORSO DI ACCESSO AL SANTUARIO NURAGICO DI ABINI VALORIZZAZIONE AREA GROTTA DI SU COLORU RESTAURO E SCAVO ARCHEOLOGICO DEL VILLAGGIO NURAGICO DI BIDONIE CENTRO ORIENTAMENTO VISITE SUPRAMONTE RESTAURO E SCAVI ARCHEOLOGICI NURAGHE SANT’ANTONIO RESTAURO CHIESA ROMANICA DI SANT’ANTONIO RIQUALIFICAZIONE AREA LAGO COGHINAS RIQUALIFICAZIONE E RESTAURO AREA DELLA FONTANA BILLELLERA DEMOLIZIONE INTEGRALE EDIFICIO CON AMIANTO CONCORSO IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE SITO ARCHEOLOGICO DI MONTE PRAMA AREA CAMPER LAGO COGHINAS POLO DELL’ ASSOCIAZIONISMO AREA CAMPER NUORO COMMISSARIATO OTTANA COMMISSARIATO MACOMER CIMITERO ORGOSOLO CAIP ABBASANTA QUESTURA DI NUORO PALAZZO COMUNALE DI VILLACIDRO CENTRO STORICO MONTRESTA NUOVO ASILO NIDO DI Tortolì